Edilizia via libera alle opere in Ogliastra

INAUGURA La FILCA CISL del territorio Ogliastra, categoria sindacale che segue i lavoratori del settore legno arredamento, edile e materiale da costruzioni, che conta circa 1.000 iscritti comunica che a fine settembre si svolgerà un incontro dei delegati territoriali per fare il punto della situazione del comparto e delle politiche del lavoro. I settori rappresentati dalla FILCA, edili, legno arredo, materiali da costruzione, sono quelli che registrano i dati peggiori e che scontano maggiormente gli effetti di questo tracollo del settore pubblico e privato. Siamo preoccupati non tanto per il fatto che per l’ottavo anno consecutivo non si inizia a vedere una netta ripresa, quanto per la totale assenza di nuova programmazione e investimenti in infrastrutture e nell’edilizia privata da parte della pubblica amministrazione.

Con riferimento ai dati rilasciati dalle Casse Edili, vero termometro della situazione del settore, si può notare come dall’inizio della crisi ad oggi ci sia stato un crollo di oltre il 50%, sia nel numero complessivo del lavoratori iscritti alle Casse Edili, sia di imprese. Stessa grave situazione si è registrata per il comparto dei materiali da costruzione e del calcestruzzo che ha visto diverse aziende chiudere o ridimensionare irreversibilmente le attività.

Di fronte a questo scenario, dove sarebbe più opportuno parlare di trasformazione del settore costruzioni che di crisi, siamo moderatamente soddisfatti per la consegna dei lavori riguardanti la strada statale 125 , SP27 Villagrande/Tortoli e la definizione dei due lotti di completamento della ss125. La continua mobilitazione del sindacato Territoriale  degli ultimi 15 anni, ha dato un forte impulso allo sblocco delle opere che stavano rischiando seriamente di essere accantonate, dalle insufficienze della politica Regionale come il resto delle infrastrutture ancora incompiute in OGLIASTRA. Nostro malgrado questi lavori, da soli, non saranno sufficiente a dare le risposte occupazionali che necessitano al territorio (LOTTO SS125 TORTOLI’-BARISARDO max.10/15 unità lavorative compreso l’indotto).

Altre infrastrutture attendono di essere completate o rese fruibili alle comunità Ogliastrine. LA VIABILITA’ INTERNA, IL PORTO E LA STAZIONE MARITTIMA DI ARBATAX, L’AEROPORTO, IL COMPLETAMENTO DELLA SS389, LA RIQUALIFICAZIONE DELLA SS198. L’AMPLIAMENTO DEL PARCO EOLICO, L’INFRASTRUTTURAZIONE DELLA ZONA INDUSTRIALE DI TORTOLI, ECC.

Infatti, riteniamo che a queste opere si deve accompagnare un maggiore volume di investimenti e politiche industriali adeguate alle reali potenzialità e vocazioni economiche del territorio (TURISMO, NAUTICA, ARTIGIANATO).Senza  una seria programmazione  Regionale per la riconversione sostenibile dell’intero comparto e senza una incentivazione alle costruzione / ristrutturazioni edilizie, alla formazione e all’utilizzo della manodopera e professionalità locale, all’utilizzo dei materiali che il territorio può offrire, sarà veramente difficile far ripartire lo sviluppo.

FILCA CISL SARDEGNA

Responsabile Territoriale

MAURIZIO PIIRAS

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

UN AIUTO PER CONTRASTARE LE POVERTA’

caritas-2

 

 

 

 

 

INPS: cir. 133/16 – Avvio del Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA) – Dottrina Per il Lavoro

L’Inps, con la circolare n. 133 del 19 luglio 2016, fornisce un quadro di riferimento alla misura di contrasto alla povertà denominata SIA (Sostegno per l’inclusione attiva).

Il Sostegno per l’inclusione attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti minorenni, figli disabili o donne in stato di gravidanza accertata.

Il sussidio è subordinato ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari e le scuole nonché con soggetti privati ed enti no profit. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e minori sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni. L’obiettivo è quello di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Il decreto affida ai Comuni la gestione operativa delle domande ed il relativo accoglimento/diniego, mentre l’Istituto è chiamato ad effettuare i controlli delle posizioni dei soggetti richiedenti per verificare il possesso dei requisiti richiesti.

I cittadini interessati saranno infatti tenuti a presentare la domanda direttamente al proprio Comune di appartenenza che, successivamente, provvederà ad inoltrarle all’Inps, ai fini della verifica automatica delle condizioni previste dal decreto (ISEE, presenza di eventuali altre prestazioni di natura assistenziale, situazione lavorativa ecc.) e della conseguente disposizione dei benefici economici, che saranno erogati dal Gestore del servizio attraverso una Carta precaricata.

Leggi anche il Decreto 26 maggio 2016 (Min.Lavoro – Min. Economia)


Le Amministrazioni coinvolte

I principali attori coinvolti nel SIA sono:

  • il Comune, che riceve le domande da parte dei cittadini, effettua le verifiche anagrafiche sui richiedenti, comunica all’Inps le richieste di beneficio, controlla il rispetto dei progetti personalizzati;
  • il “Soggetto attuatore” (l’Istituto), che riceve le domande dai Comuni ed effettua i controlli sulla sussistenza dei requisiti di natura socio-economica richiesti dalla legge;
  • il “Gestore del servizio”, che assicura la distribuzione e la gestione delle carte prepagate, provvedendo all’accredito periodico degli importi dovuti.

Al fine di gestire in modo ottimale il canale informativo tra Inps e Comuni – con particolare riguardo alle posizioni dei soggetti che chiederanno un riesame delle domande respinte – è stato previsto un apposito flusso di lavoro che sarà illustrato in dettaglio alle strutture dell’Istituto in un successivo messaggio operativo.

Requisiti (articolo 4, Decreto 26 maggio 2016)

Il richiedente(componente del nucleo familiare), al momento della domanda e per l’intera durata dell’erogazione del beneficio, deve essere in possesso dei seguenti requisiti, il cui accertamento spetterà al Comune interessato:

  1. essere cittadino italiano o comunitario ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  2. essere residente in Italia da almeno due anni (al momento della presentazione della domanda).

Sempre a carico del Comune è la verifica che nessun componente il nucleo risulti in possesso di:

  1. autoveicoli immatricolati la prima volta nei dodici mesi antecedenti la richiesta;
  2. autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc (250 cc in caso di motoveicoli) immatricolati la prima volta nei 3 anni precedenti la richiesta.

I nuclei familiari beneficiari, al momento della domanda e per l’intera durata dell’erogazione del beneficio, devono essere in possesso delle seguenti tipologie di requisiti, il cui accertamento spetterà all’Inps:

1. composizione del nucleo familiare – (con almeno uno dei seguenti requisiti):

  1.     presenza di un componente di età minore di 18 anni;
  2.     presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore;
  3.     presenza di una donna in stato di gravidanza accertata;

2. condizione economica:

  1. ISEE inferiore o uguale a 3.000 euro;
  2. altri eventuali trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria o assistenziale a qualunque titolo concesso dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni non devono essere superiori a 600 euro mensili;
  3. nessun componente il nucleo deve risultare titolare di:
  • prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI);
  • assegno di disoccupazione (ASDI);
  • altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • carta acquisti sperimentale.

Valutazione multidimensionale del bisogno

Si tratta di un indicatore riferito alle condizioni del nucleo familiare al momento della presentazione della domanda, il cui valore deve essere superiore o uguale a 45, secondo i criteri di seguito riportati:

a. carichi familiari: valore massimo 65 punti, così attribuiti:

  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) con due figli di età inferiore a 18 anni: 10 punti, elevati a 20 nel caso di tre figli e 25 nel caso di quattro o più figli;
  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) in cui l’età di almeno un componente non sia superiore a 36 mesi: 5 punti;
  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) composto esclusivamente da genitore solo e figli minorenni: 25 punti;
  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) con uno o più componenti in condizione di accertata disabilità grave: 5 punti;
  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) con uno o più componenti in condizione di accertata non autosufficienza: 10 punti;

b. condizione economica, valore massimo 25 punti (al valore massimo di 25 punti si sottrae il valore dell’ISEE, diviso per 120);

c. condizione lavorativa, valore massimo 10 punti, così attribuito: nucleo familiare in cui tutti i componenti in età attiva si trovino in stato di disoccupazione.

Benefici concessi

Il SIA è quindi articolato in un sussidio economico a nuclei familiari in condizioni economiche di estremo disagio ed è subordinato all’adesione ad un progetto di attivazione sociale e lavorativa proposto dal Comune di residenza.

Il beneficio economico viene concesso, con cadenza bimestrale, in relazione alla composizione del nucleo familiare beneficiario, secondo la seguente ripartizione:

NUCLEO FAMILIARE

IMPORTO MENSILE (€)

1 membro

80

2 membri

160

3 membri

240

4 membri

320

5 o più membri

400

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento
UFFICIO STAMPA FILCA NAZIONALE 10 GIUGNO 2016

turri“Il decreto correttivo con il quale si prevede la tracciabilità dei voucher è un provvedimento atteso e positivo, perché ne facilita la trasparenza e cerca di sanare fenomeni di lavoro cosiddetto grigio. Ma in edilizia il voucher resta uno strumento improprio e dannoso non solo per i lavoratori edili, ma per l’intero settore”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Filca-Cisl, Franco Turri, commentando le misure decise dal Consiglio dei Ministri.

“La comunicazione preventiva relativa all’utilizzo dei voucher è importante, ma il suo utilizzo nel settore edile è quasi sempre un modo per dare una parvenza di regolarità al lavoro nero. Inoltre utilizzando i voucher – spiega Turri – si aggirano le verifiche sulla regolarità contributiva relative al Durc, non vengono fatti i versamenti in Cassa edile, non c’è il diritto alle prestazioni a sostegno del reddito, non è prevista la formazione obbligatoria di 16 ore per chi entra per la prima volta in cantiere. Chi vuole fare il furbo l’ha capito perfettamente, ed infatti registriamo un aumento considerevole dell’utilizzo dei voucher in edilizia. Un segnale in tal senso arriva anche dalle Casse edili, che hanno rilevato un calo degli occupati in edilizia del 55% contro una riduzione del 25% stimata dall’Istat”.

“Se il governo non intende escludere l’edilizia dall’ambito di utilizzo dei voucher, come sarebbe saggio e giusto, allora è necessario sin da subito regolamentarne contrattualmente l’impiego”, ha concluso il segretario generale della Filca.

Pubblicato il da amministratore | Lascia un commento

IL PUNTO SULLA PREVIDENZA IN EDILIZIA ORGANIZZATO DALLA FILCA CISL SARDEGNA

TAVOLA ROTONDA
“…IL WELFARE CHE VERRA’!
COSA FARE PER IL MONDO DEL LAVORO EDILE…”

Volantino Tavola Rotonda su Welfare 8 Giugno 2016-page-001

“…..Il tema del Welfare ha caratterizzato il dibattito sindacale da lungo tempo. Negli ultimi vent’anni essa ha assunto una cadenza dominante anche perché, sovente, gli interventi del Governo in materia di finanza pubblica si sono intrecciati in modo significativo sui temi del Welfare.
Pensioni, tutela sanitaria e protezione sociale in genere nel corso degli ultimi 4 lustri hanno subito profonde trasformazioni ed il processo di tale revisione pare non debba esaurirsi nell’immediato periodo.
Il tema, caro alla Cisl, è tutt’ora oggetto di confronto tra sindacato e governo nazionale con esiti altalenanti.
Soprattutto il “Welfare del futuro” è motivo di elaborazione continua per evitare un uteriore indebolimento dei livelli di tutela dei pensionati, dei lavoratori e delle persone in genere.
La Filca da sempre, attraverso l’esperienza degli Enti Bilaterali si è mossa per costruire un modello di protezione sociale certamente non sostitutivo di quello pubblico, ma capace di integrarlo in termini positivi e per il futuro……”

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

PUNTATA DI MONITOR VIDEOLINA: EDILIZIA LAVORO

VIDEOLINAPer tutti coloro che si sono persi la puntata di  giovedì alle 21, l’approfondimento del TG di Videolina, “Monitor”.

Dibattiti in studio con i protagonisti della vita politica, economica, culturale e sociale della Sardegna. A cura della Redazione del Telegiornale e con le interviste ai protagonisti del settore costruzioni in Sardegna insieme a Giovanni Matta Segretario FILCA Sardegna.

images (2)

PRIMA PARTE Per far partire video cliccare su immagine

 

23-Matta-300x168

Seconda parte Per far partire video cliccare su immagine

 

 

 

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su PUNTATA DI MONITOR VIDEOLINA: EDILIZIA LAVORO

LA SITUAZIONE DEL SETTORE COSTRUZIONI IN OGLIASTRA

imagesSi è riunito il giorno 25 maggio, nella sala Consiliare del Comune di Tertenia la seconda Assemblea territoriale della Filca Cisl Sardegna Territoriale Ogliastra alla presenza di lavoratori iscritti, delegati  e simpatizzanti. Nell’ intervento Maurizio Piras, Responsabile Regionale per il Territorio Ogliastra, ha presentato una nuova elaborazione statistica della Commissione Nazionale Paritetica per le casse edili con un confronto di dati 2014-2015-2016. In sintesi, siamo moderatamente soddisfatti perchè la crisi dell’Edilizia pare aver subito un rallentamento nel corso del 2015/2016, se osserviamo i dati nei due territori Nuorese e Ogliastra emerge quanto segue:

Numero Imprese Iscritte: 
ott 2014-ott 2015                                            media circa il                    +12%
dic 2015-dic 2016                                            media circa il                    +13%
Ore lavorate registrate
Gen 2015-gen 2016                                        media circa il                    +13%
Feb 2015-feb 2016                                           media circa il                    +10%
Dic 2014-dic 2015                                           media circa il                    +17%
Massa Salari
Gen 2015-gen 2016                                        media circa il                    +9%
Feb 2015- feb 2016                                          media circa il                    +25%
Ott 2014- ott 2015                                           media circa il                    +3%

images (1)Non possiamo affermare che la crisi sia finita, dopo 7 anni di caduta libera, ma dobbiamo riconoscere che nel 2016-2017 l’ Ogliastra potrà dettare il passo di una possibile inversione della tendenza nelle due Provincie. Questo potrà avvenire solo con l’apertura dei tre lotti di completamento della ss.125 , che potranno portare una ricaduta economica di circa 200 milioni di euro nel territorio e un discreto numero di lavoratori occupati.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

ASSEMBLEA TERRITORIALE EDILI A TERTENIA

Questa galleria contiene 1 foto.

Mercoledì 25 maggio 2016 – ore 18,00-Presso la sala consiliare del Comune di TERTENIA LA FILCA CISL incontra i lavoratori iscritti, Delegati e simpatizzanti. Si terrà un incontro per analizzare e discutere la situazione riguardante: ·       LAVORO    Esame Verbale Accordo Sindacati Regionali … Continua a leggere

Altre gallerie | Lascia un commento

GIOVANNI MATTA SU MONITOR A VIDEOLINA ”CANTIERE LAVORO”

VIDEOLINAmonitor

Oggi, alle 21 appuntamento su VIDEOLINA con Monitor, l’approfondimento del tg di VIDEOLINA .

Il tema di oggi è il futuro del settore cgiovanni mattaostruzioni, tra pubblico e privato. Si parlerà anche dei cantieri ANAS. Ospiti della trasmissione Nicola Scano, il presidente dei costruttori sardi Pierpaolo Tilocca e il segretario degli edili di Cisl Sardegna Giovanni Matta.

Ecco un’anticipazione.

clicca_qui

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

PER LA FILCA OGLIASTRA PRIORITA’ A LAVORO, PENSIONI E CONTRATTI

DSC_0014Si è riunito ieri 11 maggio, nella sede della ProLoco di Lanusei, alla presenza di circa 30 lavoratori in delegazione dei paesi di LANUSEI, ILBONO , ELINI la prima Assemblea territoriale 2016 della Filca Cisl Sardegna Territoriale Ogliastra. Nell’ intervento introduttivo, il Responsabile Regionale per il Territorio Ogliastra, Maurizio Piras, ha illustrato la situazione in cui versa attualmente il settore che continua ad vivere un momento di grande difficoltà.

I dati della crisi confermano un trend negativo con gli appalti pubblici che sono crollati di oltre il 70% e di oltre il 78% per le costruzioni private. Nel 2015 abbiamo comunque riscontrato dai dati delle Casse Edili che la continua discesa del numero degli occupati nel settore si è arrestata. Anzi, nei primi mesi del 2016 abbiamo avuto conferma di una lievissima crescita del numero dei lavoratori occupati, forse per effetto degli incentivi alle assunzioni erogati alle imprese e del JOBS ACT nel corso del 2015, da parte del Governo.

Per far ripartire l’Edilizia e il lavoro abbiamo chiesto unitariamente a FILLEA e FENEAL alla Regione di procedere con urgenza alla apertura dei Cantieri ANAS (ss125 e ss389 ), già dotati di risorse finanziarie. Il tavolo di contrattazione che è stato aperto di concerto con le Federazioni Regionali di categoria ha permesso attraverso l’impegno di tutti i soggetti SOCIALI e Istituzionali ANAS e REGIONE di verificare molteplici difficoltà legate agli adeguamenti tecnici che gli appalti richiedevano.

l dilungarsi dei tempi ha così permesso la discussione di un importante Protocollo Regionale ANAS – FILLEA, FILCA , FENEAL per la promozione della Legalità, la qualificazione delle imprese e valorizzazione della manodopera Territoriale, che saranno impegnate nei prossimi lavori stradali.

DSC_0031

Nei diversi interventi dei lavoratori e disoccupati edili che hanno partecipato è stata più volte sottolineata l’importanza di creare subito posti di lavoro per combattere concretamente gli effetti della crisi e, quindi, rilanciare gli investimenti. Altri lavoratori hanno evidenziato la necessità di poter essere occupati in questi nuovi cantieri, rimarcando di essere in possesso di idonee qualifiche professionali, acquisite con anni di servizio e valide esperienze presso aziende di Costruzioni stradali.

La Filca Cisl già fortemente impegnata con gli Enti e le Istituzioni, per salvaguardare la professionalità e l’occupazione locale, si propone di affrontare questi temi attraverso la normale contrattazione Aziendale, che potrà avvenire non appena ci verrà comunicata l’apertura dei cantieri.

Per il responsabile della Filca, Maurizio Piras, sono tre i nostri obbiettivi territoriali dei prossimi mesi, strettamente correlati tra loro, al centro della nostra azione sindacale mettiamo il lavoro, la contrattazione e le pensioni. Il valore economico e sociale del lavoro viene sempre più calpestato nei nostri tempi, con l’utilizzo dei voucher in edilizia, il falso lavoro autonomo. Attraverso la contrattazione in queste grandi opere possiamo qualificare il lavoro e di conseguenza il nostro ruolo.

Sul tema previdenziale e delle malattie professionali, la FILCA CISL in campo Nazionale ha invitato il Ministro Poletti a intervenire subito con  un BONUS contributivo, perché i lavori non sono tutti uguali e non è possibile che edili ultrasessantenni possano sopportare carichi pesanti e lavorare ancora sulle impalcature.

Alla riunione ha partecipato attraverso un intervento il Dott. Demetrio Marotto esperto di alcune materie legate alla sicurezza sul lavoro, ha fornito alcuni utili informazioni sugli effetti nefasti di alcune specifiche lavorazioni in edilizia per la salute degli operai, spiegando l’importanza della prevenzione ma sopratutto la necessità di chiedere l’assistenza del PATRONATO INAS in caso di sospetta malattia professionale.

L’incontro è stato molto proficuo, perché ha permesso di dialogare con gli effettivi operatori del settore, operai e impiegati, si è potuto parlare liberamente di tanti argomenti e di una “nuova edilizia sostenibile e legale” con una contrattazione che valorizzi qualità e professionalità e con una forte bilateralità capace di sostenere il necessario processo di modernizzazione del settore.

In questi anni, come sindacato di Categoria abbiamo lavorato molto cercando di dare tutela e assistenza ai nostri soci, ma per il futuro servono più forza e più coraggio per realizzare modelli di impresa e di organizzazione della filiera delle costruzioni capaci di cogliere le nuove opportunità e di essere competitivi per creare valore e nuova occupazione.

Come sindacato FILCA CISL dell’Ogliastra vogliamo fare la nostra parte, attivamente.

Il prossimo appuntamento con i lavoratori si svolgerà tra una settimana a Tertenia.

FILCA CISL SARDEGNA

Responsabile Territoriale

MAURIZIO PIIRAS

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

ASSEMBLEA FILCA CISL A LANUSEI

P1000707La FILCA comunica che a partire dal mese di maggio 2016 si svolgeranno in tutti i Comuni dell’Ogliastra incontri con i circa 980 lavoratori e disoccupati iscritti aderenti alla CISL, delegati e simpatizzanti del Comparto Costruzioni e affini, per analizzare e discutere la situazione riguardante alcune specifiche tematiche di settore.

LAVORO

Prospettive di ripresa legate agli Appalti ss125 , ss389 e Lavori EX. Provincia Ogliastra;

PENSIONI

Novità in merito al calcolo pensionistico operai over 60, lavori usuranti, Voucher, Mobilità in deroga, Malattie Professionali;

  • Riforma appalti e sicurezza nei cantieri;
  • I servizi della Filca CISL agli iscritti, Rinnovo Contratti.

Questi incontri che come Sindacato delle Costruzioni teniamo settimanalmente con la rete dei lavoratori e i disoccupati sono importanti perché con il dialogo, il confronto e la condivisione diretta possiamo creare una maggior opportunità di informazione e tutela sociale.

Dopo 8 anni di forte crisi strutturale del comparto auspichiamo ci sia una concreta ripresa, perché l’Ogliastra ha urgente bisogno dell’Edilizia, di una edilizia diversa incentrata sulla professionalità dei lavoratori e delle imprese ma soprattutto sulla legalità.

Ma abbiamo anche bisogno di risorse pubbliche per poter progettare e aprire nuovi cantieri, per realizzare o migliorare le infrastrutture, rafforzare la rete di Imprese artigiane del territorio e dare concrete opportunità di lavoro.

In questo caso lo Stato e la Regione Sardegna devono fare la loro parte.

Il primo incontro in calendario si svolgerà a LANUSEI, il giorno mercoledì 11 maggio 2016 alle ore 18,00 presso la sala della PROLOCO di LANUSEI .Con l’occasione verranno consegnate alcune schede INFORMATIVE sulle malattie professionali.

VOLANTINO ASSEMBLEE COMUNALI 2016-page-001

 FILCA CISL SARDEGNA

Responsabile Territoriale

MAURIZIO PIRAS

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

FRANCO TURRI, VIDEO-INTERVISTA SU CRISI EDILIZIA, PENSIONI, VOUCHER, SICUREZZA NEI CANTIERI

La crisi dell’edilizia, le pensioni, i voucher, la sicurezza nei cantieri: sono solo alcuni dei tantissimi temi affrontati dal segretario generale della Filca-Cisl nazionale, Franco Turri, nella video-intervista concessa a Livia Randaccio (Imprese Edili).

(dal sito ImpreseEdili.it) – Franco Turri, Segretario Generale Filca Cisl, in occasione della nostra video-intervista ha espresso i suoi punti di vista sul fare sindacato oggi in edilizia. Ha commentato le problematiche relative al lavoro sui cantieri, alla sicurezza, alle pensioni e ai lavoratori over 60, al mercato del lavoro e alle politiche contrattuali, alla tanto auspicata ripresa dopo 8 anni di forte crisi strutturale del comparto. Opinioni quelle di Turri che rappresentano un elemento di significativo confronto sulle scelte da fare fra le parti protagoniste dell’edilizia: lavoratori, imprenditori, Stato… (continua a leggere sul sito ImpreseEdili).

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

COSTRUZIONI, I SINDACATI CHIEDONO INTERVENTI SU LAVORO, CONTRATTI E PENSIONI

 

Lavoro, contratti, pensioni: sono i tre pilastri sui quali poggia la “vertenza costruzioni” lanciata dai sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil. Oggi, con lo slogan “Uniti per il futuro”, i tre sindacati hanno riunito a Roma oltre 600 tra delegati e operatori del sindacato per chiedere il rilancio delle costruzioni, alle prese con una crisi senza precedenti costata 800mila posti di lavoro.

GUARDA IL SERVIZIO DI LABOR TV

“La ripresa nel settore è ancora debole”, ha detto il segretario generale Annamaria Furlan intervenuta ai lavori insieme ai numeri uno di Cgil, Camusso, e Uil Barbagallo. “Eppure tutti sanno – ha proseguito – che  il settore è un traino per il Paese, e se ripartono le piccole e medie opere allora riparte l’economia nazionale. Se riparte l’edilizia riparte tutto – ha aggiunto Furlan – perché c’è un vastissimo indotto che si mette in moto, e perché non è con l’attivismo delle leggi che si regola il mercato del lavoro e cresce l’occupazione. I posti di lavoro – ha dichiarato ancora il segretario generale della Cisl – si creano se ripartono la ripresa e lo sviluppo”.

20160405_104333A questo proposito le tre sigle di categoria hanno individuato 25 opere prioritarie per il Paese, da avviare o far ripartire attraverso singole vertenze su scala regionale. Tra queste anche opere ferroviarie come il Brennero, il Terzo Valico, la Milano-Brescia-Verona e la Napoli-Bari, stradali come la Salerno-Reggio Calabria e il Quadrilatero Marche-Umbria, ed opere metropolitane, come la Metro C di Roma, la Circumetnea e la Tranvia di Firenze. Ma le proposte dei sindacati sono tante e spaziano dal mercato del lavoro alla contrattazione, dalla pensione alla sicurezza sul lavoro: “Siamo impegnati quotidianamente per rafforzare la qualità del lavoro contrastando il falso lavoro autonomo ed escludendo i voucher nell’edilizia”, ha detto nel corso del suo intervento il segretario generale della Filca, Franco Turri. “Chiediamo inoltre di ripristinare il Durc nella sua originaria formulazione e di potenziare i controlli e le sanzioni in materia di sicurezza sul lavoro”.

LE RICHIESTE DEI SINDACATI SU LAVORO, CONTRATTI E PENSIONI

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

RIPRENDIAMO LE COMUNICAZIONI

download

A partire dal 1 MAGGIO riprenderemo le comunicazioni del blog della FILCA CISL Territorio OGLIASTRA, il Sindacato dei lavoratori EDILI, ogni giorno pubblicheremo le notizie del settore costruzioni.

Porteremo le notizie e gli avvisi ai lavoratori associati e ai lavoratori simpatizzanti.

Cercheremo di dare voce a una parte sempre più disagiata della popolazione dei lavoratori edili, consci del fatto che l’esclusione sociale si sta allargando, con tantissime persone in disoccupazione, in CIG e in mobilità.

Viviamo in un mondo lavorativo sempre più discriminato, in cui vi sono pochi fortunati che ancora svolgono la professione del Muratore, carpentiere, ferraiolo, autista,  ecc, percependo una equa retribuzione e un trattamento contrattuale giusto, mentre molti sono costretti a subire grosse ingiustizie, pur di portare a casa un minimo stipendio.

Ricominciamo, dopo un periodo di sospensione, anche in considerazione del fatto che nella nostra Provincia si sta riattivando un percorso di possibile apertura di nuovi Cantieri e per il Sindacato si tratta di una importante occasione di rilancio delle attività contrattuali e di sviluppo del lavoro nel nostro territorio.

Parleremo di guerra al lavoro nero, di dispositivi di controllo e sicurezza nei cantieri, di quelle pratiche di legalità che ci auguriamo, potranno diventare un giorno un pilastro fondante del mondo e delle comunità in cui viviamo.

Ma parleremo anche di chi lotta nei cantieri ogni giorno per difendere questi diritti e si organizza contro questo sistema illegale di lavoro, attraverso l’apporto della FILCA CISL e delle istituzioni competenti.

 

MAURIZIO PIRAS

Pubblicato in CATEGORIA NEWS | Lascia un commento

GIOVANNI MATTA E’ IL NUOVO SEGRETARIO GENERALE DELLA FILCA-CISL SARDEGNA

23-Matta-300x168

Giovanni MATTA Segretario Generale FILCA CISL Sardegna

Giovanni Matta è il nuovo segretario generale della Filca-Cisl Sardegna. Lo ha eletto il consiglio regionale della categoria, alla presenza del segretario generale della Filca-Cisl nazionale, Domenico Pesenti. Componenti della segreteria sono stati eletti Pietro Doro Marco Ambu. Matta sostituisce Renzo Corveddu, chiamato alla guida dell’ANOLF, l’associazione che si interessa dei problemi degli immigrati. Matta lascia la segreteria regionale confederale, ma continuerà a collaborare con l’organismo diretto da Oriana Putzolu curando in particolare il tema degli ammortizzatori sociali.

“I tempi sono maturi per chiudere l’estenuante discussione in corso sul piano paesaggistico, facendo chiarezza da subito su ciò che s’intende fare per governare il territorio, che, dopo anni d’incuria ci sta crollando addosso”, ha dichiarato Matta appena eletto. Decidere una volta per tutte  sul piano paesaggistico “favorirebbe – secondo l’ex segretario regionale confederale –  la ripresa di una quota consistente di edilizia privata, fattore moltiplicatore delle attività economica. Questa potrebbe essere la molla giusta per ridare fiato ai settori del comparto lapideo, dell’artigianato del ferro e così a seguire con tante altre attività”. La Filca Cisl propone, dunque, una nuova legge urbanistica, rilancio degli interventi per il recupero dei centri storici e una moderna strategia per rilanciare le aree interne della Sardegna. Un piano strategico, perciò, che guardi al futuro dell’isola partendo proprio dalle costruzione di un nuovo modello di sviluppo dove le costruzioni svolgono un ruolo di traino dell’economia.

Continua a leggere

Pubblicato in CATEGORIA DOCUMENTI, CATEGORIA NEWS | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

CCNL EDILIZIA, AL VIA ASSEMBLEE LAVORATORI PER APPROVAZIONE PIATTAFORMA SINDACALE

UFFICIO STAMPA FILCA NAZIONALE 9 GIUGNO 2016

1Primo via libera alla piattaforma sindacale per il rinnovo del contratto dell’edilizia, che scadrà il prossimo 30 giugno. Questa mattina a Roma l’Assemblea dei lavoratori delle costruzioni, convocata da FenealUil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil, ha infatti votato all’unanimità l’ordine del giorno che dà il via l’iter per l’approvazione del documento con le richieste contrattuali per il Ccnl 2016-2019.

PIATTAFORMA SINDACALE PER IL CCNL EDILIZIA 2016-2019

Già a partire da domani inizierà il percorso di informazione e consultazione con le assemblee dei lavoratori in tutti i luoghi di lavoro, che dovranno concludersi entro il 27 giugno. Il 28 giugno l’Assemblea nazionale delle tre categorie e dei delegati Rsu/Rsa del comparto edile tornerà a riunirsi per approvare definitivamente la Piattaforma, che subito dopo verrà inviata alle controparti per l’avvio della trattativa.

LEGGI L’ARTICOLO PUBBLICATO OGGI SU CONQUISTE DEL LAVORO

Tra i punti principali del documento ci sono la qualificazione dell’impresa, la lotta al lavoro nero, il rilancio della bilateralità, 5l’introduzione del contratto unico di cantiere, la legalità e regolarità del settore, ed infine la formazione, la salute e la sicurezza dei lavoratori. “La Piattaforma – spiegano Feneal, Filca e Fillea – sarà inviata a tutte le controparti associative delle imprese, con l’obiettivo, mai tentato finora, di arrivare a siglare un unico contratto del comparto edile”.

“Tra le priorità – proseguono – ci sono l’introduzione del Durc di cantiere e per congruità, il recepimento delle novità normative introdotte nel mercato del lavoro e negli appalti, la riforma del sistema bilaterale, l’applicazione del contratto di cantiere. Quest’ultimo è necessario per arginare 4il fenomeno dei voucher, che devono essere aboliti in edilizia, e per evitare l’applicazione di contratti diversi da quello edile”.

Grande rilevanza è data anche alla legalità, alla lotta all’evasione ed elusione fiscale e contributiva e al contrasto alle forme di corruzione. Nel documento i sindacati sottolineano i lievi segni di ripresa del settore, ed auspicano che Governo ed Enti locali investano nelle costruzioni, con particolare riguardo alla cosiddetta green economy. L’aumento salariale richiesto dai sindacati è pari a 106 euro a parametro 100.

La Piattaforma, infine, ribadisce l’articolazione delle regole su due livelli contrattuali, con particolare riferimento sia alla contrattazione di secondo livello che all’assetto del sistema bilaterale.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento