La FILCA CISL sollecita lo sblocco delle opere viarie in Ogliastra

Per la FILCA CISL, la situazione del comparto costruzioni in Ogliastra nei primi mesi del 2017 invita a un cauto ottimismo, per lo sblocco di diversi cantieri di completamento della ss125. Nella prossima settimana potremo incontrare la Direzione di cantiere della Desanctis, onde poter verificare il crono programma dei lavori e le prospettive occupazionali per i lavoratori edili Ogliastrini, specializzati e qualificati. Nel frattempo come Sindacato di categoria rivendichiamo il completamento di altre fondamentali Infrastrutture VIARIE, senza le quali il territorio non potrà mai adeguatamente competere e svilupparsi. Chiediamo che la Regione si attivi per la spendita delle risorse destinate a queste opere, in tempi accettabili, attraverso la cabina di Regia Terrioriale.

COMPLETAMENTO DELLA NUORO-TORTOLI

Il progetto  per portare la strada SS.389, fino al Bivio di Arzana è’ fermo alla sede Anas Nazionale,          in 20 anni che se ne parla sono stati destinati circa 40 mil di euro di finanziamenti. Gli elaborati tecnici sono  stati  completamente stravolti per attenuare l’impatto ambientale, attualmente si trovano in un cassetto della sede Anas Nazionale ed aspetta solo di essere mandati in appalto.

TRASVERSALE SARDA

L’Universita’ di Cagliari, grazie anche a uno studio del Prof. Annunziata negli anni 90 era stata investita per la realizzazione di un progetto poi ripreso nel 2006 dalla Regione con l’Assessore Mannoni e dal Presidente della ex Provincia Carta per realizzare un collegamento veloce da Oristano a Tortoli.

Purtroppo, non sono servite le proteste del territorio e la grande manifestazione che si tenne a SEUI organizzata dalla CISL OGLIASTRA per far partire i lavori.

Gli Assessorati della Regione quando hanno visto le cifre da capogiro (755 milioni di euro) per collegare Tortoli ad Oristano hanno messo in dubbio l’utilità e posto in risalto l’impatto ambientale.

Così dopo diversi tavoli tecnici, è stata fatta la scelta più economica di destinare circa 20 milioni di euro per fare un nuovo progetto e appalto con un diverso percorso GAIRO SEUI, pubblicato dalla Ex Provincia nel 2013. L’appalto che è stato bandito e aggiudicato nel 2015 dopo diverse vicissitudini è’ stato prima bloccato e poi revocato. Oggi non sappiamo bene dove sono finiti i 20 milioni di euro e il progetto.

VILLAGRANDE TORTOLI

L’appalto per gli interventi di miglioramento di alcuni tratti della sp 27 Villagrande Tortoli, nato con la Provincia Ogliastra negli anni è’ stato oggetto di diversi finanziamenti, è’ stato vinto nel 2016 dalla SERLU. Purtroppo alla data odierna i lavori non sono partiti e sopratutto non registriamo nessun intervento della politica Locale e Regionale. Intanto la popolazione dell’Ogliastra continua a percorrere strade ridotte come vecchie mulattiere, spesso interrotte dalle frane.

FILCA CISL SARDEGNA

Responsabile Territoriale

MAURIZIO PIRAS

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

25 maggio… Tutti in piazza per pensioni, lavoro e contratto

Il 25 maggio migliaia di lavoratori edili scenderanno nelle piazze di Roma, Bari, Bologna, Cagliari e Palermo per manifestare sui temi del lavoro, delle pensioni, del contratto. La mobilitazione è stata indetta dai sindacati nazionali di categoria FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil.

La Filca Cisl dell’Ogliastra sarà presente alla Manifestazione/Presidio in Via Roma a Cagliari con una delegazione di 30 lavoratori e disoccupati.

Cagliari: ore 10:00, presidio di fronte al Consiglio Regionale Sardegna, in via Roma.

Di seguito il testo del volantone:

PENSIONI
PROVATE VOI A LAVORARE A 70 ANNI SU UN’IMPALCATURA!
L’APE Agevolata ha rappresentato un passo avanti positivo nella vertenza intrapresa dal sindacato sul versate pensionistico ma, per come oggi è concepita la normativa, rischiano di essere pochissimi gli operai edili over 60 che potranno accedere all’APE Agevolata, in quanto 36 anni di contributi di cui gli ultimi 6 continuativi sono requisiti eccessivi per chi, strutturalmente, lavora con discontinuità. Anche la proposta di modificare i 6 anni in almeno 6 sugli ultimi 7, seppur migliorativa, non allargherà certo le possibilità a molti, essendo oltre 23 mila gli operai edili over 60 ancora sulle impalcature che hanno una media di 15 settimane di non lavoro l’anno. Mandare in pensione operai edili over 60 non è quindi solo un atto di giustizia, per evitare anche i tanti incidenti tragici che colpiscono in particolare gli operai più anziani, ma anche un modo per favorire le assunzioni di migliaia di giovani tecnici preparati ad affrontare le sfide di un’edilizia sempre più di qualità. Ma perché questa riforma trovi la giusta applicazione per tutti i lavoratori edili, bisogna impedire la fuga dal CCNL edile verso contratti economicamente più convenienti, che oltre a ridurre il salario dei lavoratori impediscono di fatto la corretta individuazione dei lavoratori che hanno diritto all’accesso all’APE agevolata.

SICUREZZA IN CANTIERE
SIAMO STANCHI DI ASSISTERE AD UNA STRAGE CONTINUA!
Dai cantieri autostradali a chi cade dalle impalcature, a chi rimane folgorato, con la crisi il sistema ha tagliato prima di tutto sulla sicurezza. Troppe aziende non investono più su un’organizzazione efficiente dei cantieri, troppi committenti, pubblici e privati, sottovalutano l’importanza del tema. L’assegnazione degli appalti con la regola del massimo ribasso non fa altro che aumentare i rischi per la salute dei lavoratori, in questo senso il nuovo codice degli appalti ha perso un’occasione per ridurre la possibilità di assegnare gli appalti con questo sistema. Da tempo chiediamo di introdurre la patente a punti, di rafforzare i sistemi ispettivi, di modificare il DM 2013 sulla sicurezza nei cantieri mobili. Chiediamo al Governo scelte forti, non un mero cordoglio di circostanza.

RILANCIO DEL SETTORE
SPENDERE BENE E PRESTO!
Il sistema infrastrutturale del Paese è al collasso in molte sue parti. Servono politiche straordinarie di manutenzione di tutte le principali infrastrutture e servono nuove opere pubbliche moderne ed efficienti colmando il divario tra aree interne e città, tra Nord e Sud del Paese. Si deve rafforzare la politica della riqualificazione energetica e anti sismica, rendendo cedibili alle banche i crediti dei cittadini che riqualificano i condomini. Occorre spendere presto e bene le risorse stanziate per il recupero e la riqualificazione urbana, per il rilancio dell’edilizia pubblica, per la messa in sicurezza del territorio. Abbiamo bisogno che gli stanziamenti previsti dal governo centrale e da quelli locali, si trasformino immediatamente in cantieri, con la consapevolezza che se non riparte l’edilizia non
potrà ripartire il Paese.

RINNOVO DEL CONTRATTO
LAVORO BUONO = CONTRATTO!
Il rinnovo dei Contratti nel nostro settore vuol dire dare più salario per far ripartire l’economia ed i consumi, vuol dire scommettere sulla qualità delle imprese, sul contrasto al lavoro nero e all’evasione, il rafforzamento della previdenza e della sanità integrativa e dei fondi per l’aiuto al pensionamento anticipato, sul rafforzamento della nostra bilateralità a tutela dei lavoratori e delle aziende più
serie. Chiediamo a tutte le nostre controparti di fare un salto di qualità, di accettare fino in fondo la sfida della qualità, della valorizzazione dell’occupazione stabile, del riconoscimento delle professionalità vecchie e nuove.

 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

La Direzione Lavori società Oberosler incontra i sindacati

 

In data 23 marzo 2017 presso gli uffici del Cantiere della Società  Oberosler Cav. Pietro S.r.l./G.m.b.H, a Tortolì si è tenuto l’incontro riguardante l’avvio delle opere di costruzione del  4° lotto della SS 125 Orientale Sarda –  2° stralcio del tronco Tertenia-Tortoli’ che si sviluppa per 4,335 km tra Tortolì e lo svincolo di Cea.

Alla riunione hanno partecipato in rappresentanza della Società Oberosler Cav. Pietro S.r.l./G.m.b.H l’Ing. Luciano Fogolari e Ing. Sergio Tessari e per le OO.SS. Maurizio Piras (FILCA CISL), Giovanna Muscau (FILLEA CGIL) e Mario Arzu (FENEAL UIL).

Le Organizzazioni Sindacali hanno esposto, all’apertura dei lavori, che  la tipologia del confronto Sindacale è finalizzata ad avviare la prima contrattazione di cantiere,  approfondire le tematiche legate al crono programma dei lavori, valutare i risvolti occupazionali ricadenti sul territorio, alla gestione dei subappalti e alla sicurezza sul cantiere.

Nell’incontro è stata sottolineata la grave situazione in cui versa il territorio Ogliastra sotto l’aspetto economico, sociale e occupazionale e la grande aspettativa che viene riposta nella realizzazione di queste infrastrutture viarie sia per quanto riguarda il miglioramento dei collegamenti da e verso l’Ogliastra che per quanto riguarda la creazione di nuovi posti di lavoro.

I Responsabili aziendali hanno così illustrato il programma per  la realizzazione delle opere necessarie per l’esecuzione dei lavori, che ammontano a circa 21 milioni di euro e che prevedono 2 principali lavorazioni:

1) Movimento terra;

2) Creazione di 5 viadotti  in acciaio;

 Dalle prime settimane di aprile 2017, a seguito della firma delle procedure di autorizzazione, partiranno i lavori del movimento terra con l’assunzione di diverse unità lavorative, mentre nel periodo di massima concentrazione di lavoro  a carico della Società Oberosler potranno arrivare al massimo circa  10/15 unità .

L’azienda da anni, in via privilegiata opta per la scelta della manodopera specializzata locale e in tutti i lavori sparsi in Italia, l’impresa valorizza i lavoratori specializzati sardi che sono circa 80 maestranze occupate in vari cantieri. Sono stati previsti dei subappalti regolarmente autorizzati che riguarderanno:

  • Movimento terra.
  • Acquisto Viadotti .
  • Forniture sul posto dei materiali.
  • Palificazione
  • Spostamento 600mt. Condotta idrica Consorzio Bonifica

A tal proposito anche le aziende subappaltatrici nei limiti delle esigenze di cantiere provvederanno alle assunzioni di manodopera locale specializzata. Per quanto riguarda i trattamenti contrattuali, l’azienda Oberosler cav. Pietro, garantisce ai propri dipendenti ,locali idonei per servizi e spogliatoi,mentre il servizio mensa verrà garantito da una apposita convenzione con azienda locale di ristorazione.

 Le  OO.SS. esprimono moderata  soddisfazione sull’incontro che si tenuto a distanza di circa 4 anni dalla chiusura dell’ultimo lotto di costruzione della nuova SS 125, relativo al tratto TORTOLI’ BARISARDO. Constatano che le difficoltà burocratiche vengono puntualmente gestite dalla Direzione ANAS di concerto con le aziende, compatibilmente con le vigenti leggi sugli appalti.

 Nell’incontro è  stato anche chiarito l’aspetto riguardante il ricorso sul 1° lotto 2° stralcio della Tertenia San Priamo, di 7,667 km, vinto dalla Società Oberosler. Si è in attesa del pronunciamento, a breve, sull’esito del ricorso presentato dalla seconda classificata. In base alle normative Nazionali e Regionali, l’Azienda se dovesse ricevere il riconoscimento giuridico e amministrativo, dovrà provvedere alla realizzazione del progetto ESECUTIVO   per poter eseguire  i lavori.

Le parti presenti giudicano positivamente l’esito dell’incontro e si impegnano a incontrarsi entro il mese  di Aprile 2017 per conoscere lo stato  dei lavori.

Tortoli 23 Marzo 2017

Per la Oberosler Cav. Pietro S.r.l./ G.m.b.H.                 

per le OO.SS.

 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Assemblea Congressuale FILCA SARDEGNA territorio Ogliastra

La nuova edilizia tra sostenibilità e tutela ambientale.

Per fare crescere il benessere, lavoro e sviluppo del Territorio

E’ il tema della 2^ Assemblea Congressuale della FILCA Cisl Sardegna Territoriale Ogliastra, che si è tenuto a Tortolì il 4 marzo 2017 presso la sala riunioni del locale Mister Chef, dalle ore 9,30. Alla 2^ Assemblea Congressuale hanno partecipato circa 30 Delegati provenienti da diverse realtà produttive territoriali.

Dopo la Relazione del Segretario Maurizio Piras, sono intervenuti Demetrio Marotto che ha presentato i dati statistici del settore edile, gli ospiti della FILCA di tutti i Territori della Sardegna, il Segretario FNP Gino Loi, il responsabile del settore scuola Cisl Rossetti Claudio, il Responsabile del Patronato INAS CISL Dott.ssa Ligas Rosanna, l’operatrice della FILCA Cisl Nazionale Barbara Cerutti, il membro segreteria UST Ogliastra Bruno Olivieri e diversi delegati dei cantieri. I lavori sono stati conclusi dall’intervento di Giovanni Matta Segretario FILCA Cisl Sardegna.

Nel corso della riunione, insieme ai delegati, è stata analizzata la situazione del Comparto Costruzioni in Ogliastra. Seppure con estrema ponderazione, possiamo affermare che tra il 2015 e il 2016 abbiamo registrato una lieve ripresa del numero dei lavoratori attivi, seppure con un numero ancora molto basso di ore lavorate mensili.

Con l’avvio dei cantieri della ss125 e di altre opere infrastrutturali possiamo ben sperare per il futuro del settore e dello sviluppo territoriale, ma siamo sempre più convinti che oltre agli investimenti di centinaia di milioni di euro serve un nuovo modello di gestione del comparto costruzioni.

In un mondo dove tutto cambia e si evolve il settore costruzioni in Sardegna e in Ogliastra non può rimanere fermo a 30 anni fa, è chiamato anch’esso all’innovazione, alla ricerca, di nuovi materiali, di nuove metodiche costruttive, di un modello diverso di impresa e di gestione delle professionalità edili, di una contrattazione di settore all’altezza delle sfide.

In poche parole, si apre per il settore Costruzioni in Sardegna una nuova stagione, dove non sarà più la quantità di immobili progettati e costruiti oppure il numero di dipendenti di una Impresa la variabile principale dell’equazione sviluppo, benessere e della coesione sociale di un territorio.
L’edilizia del Futuro richiederà nuove professionalità e nuove specializzazioni che dovranno ricevere una idonea formazione professionale.

​FILCA CISL SARDEGNA
​Struttura Terr. Ogliastra
Maurizio PIRAS

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

I SINDACATI DI CATEGORIA INCONTRANO L’ANAS

COMUNICATO STAMPA UNITARIO

A seguito della richiesta di incontro inviata dalle scriventi nel mese di gennaio, è stata convocata presso la sede ANAS di Cagliari una riunione martedì 14 febbraio, da parte del Direttore Compartimentale ANAS SARDEGNA, Dott. BORTOLAN, alla presenza dei responsabili Ing. Ruggieri e Ing. Atzeni.

Il confronto è servito a chiarire la situazione riguardante l’apertura dei cantieri sui tre lotti ultimativi della ss125 orientale sarda, tra Tertenia e San Priamo e tra Tortolì e Barisardo. I tre progetti comporteranno la spesa di un finanziamento di diverse centinaia di milioni di euro, l’impiego di un centinaio di unità lavorative e soprattutto  servirà a migliorare la viabilità verso Cagliari.

Si è trattato di un primo appuntamento, a cui ne seguiranno presto altri con le Imprese Appaltanti direttamente interessate, alle quali è stata già inviata una nota di richiesta di incontro, utile ad aprire un tavolo delle parti sociali di categoria del comparto Edile del Territorio, per monitorare attraverso la contrattazione di cantiere le problematiche inerenti la gestione della manodopera.

Come sindacati territoriali, il ns. giudizio sull’operato dell’Ente Anas è cautamente  positivo, in quanto apprezziamo l’immediata convocazione, e nonostante Vi sono ancora grosse problematiche, dovute all’iter procedurale è stata dimostrata la massima disponibilità e trasparenza.

In particolare:

  • Situazione LOTTO OBERSOLER SPA_TORTOLI_BARISARDO, avvio immediato del cantiere.
  • Situazione LOTTO DESANCTIS SPA 1 LOTTO 1 STRALCIO TERTENIA-SAN PRIAMO, inizio cantiere Settembre 2017.
  • Situazione LOTTO OBERSOLER 2 LOTTO 2 STRALCIO, inizio cantiere 2018.
  • Situazione FRANA STRADA DORGALI-BAUNEI,inizio immediato del cantiere.
  • Situazione INTERRUZIONE SS.125 PROSSIMITA’ CAGLIARI, apertura della strada per la stagione estiva.

Come sindacato continuiamo a essere fortemente preoccupati in quanto abbiamo la necessità di dare urgenti risposte alle centinaia di operai edili espulsi dal ciclo produttivo in questi anni, sia nei grandi che nei piccoli cantieri.

Purtroppo dobbiamo dire che non giungono notizie positive per la realizzazione della 389 (Villanova S.-Lanusei), con il progetto ancora in valutazione nella sede ANAS Nazionale.

Come sindacato sollecitiamo tutte le istituzioni locali al fine di aiutarci, nello sblocco di tutte le infrastrutture che attendono di essere appaltate, di verificare lo stato dell’arte delle opere provinciali, comunali e degli altri enti appaltanti per cercare di dare un contributo operativo alla ripresa del settore dell’edilizia nella nostra provincia, preferibilmente favorendo l’inserimento delle imprese e della manodopera locale.

  FeNEAL-UIL       FILCA-CISL         FILLEA-CGIL

(      Mario Arzu      Maurizio Piras       Muscau Giovanna )

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

ASSEMBLEA CONGRESSUALE FILCA CISL OGLIASTRA

Lavoro in corso” è lo slogan scelto per il XVI Congresso della Filca-Cisl nazionale, che si terrà dal 6 all’8 giugno prossimi. “Si tratta di una scelta di continuità con lo slogan del Congresso del 2009, che era ‘Tocca a noi‘”, spiega il segretario generale Franco Turri. “Stiamo proseguendo la ‘mission’ avviata, che ci vede protagonisti non solo nel mondo dell’edilizia e del lavoro in generale, ma nel panorama sindacale e nell’intera società”, ha aggiunto Turri.

La Filca Cisl Ogliastra riunirà la propria Assemblea Congressuale Territoriale sabato 4 marzo 2017 alle ore 09,00.

Sarà un momento importante di confronto per i delegati, provenienti da diverse imprese del territorio, per poter discutere insieme della difficile situazione che attraversa il comparto.

Con la Regionalizzazione della FILCA CISL Sardegna, i temi che accompagneranno l’incontro saranno la mancanza del lavoro, la sicurezza nei cantieri, le prospettive di ripresa di un settore che ha visto centinaia di imprese chiudere i battenti negli ultimi 6 anni.

La speranza viene oggi riposta nell’avvio delle grandi opere legate alla Viabilità della ss125, della ss389, della Villagrande Tortolì, della Seui-Gairo.

Secondo una analisi dei dati relativi ai lavoratori occupati nel settore edile, della FILCA CISL dell’Ogliastra, in questi ultimi anni almeno 400 lavoratori supereranno la soglia dei 55 anni.

Siamo fortemente preoccupati perché oltre l’80% di questi operai non ha ancora ripreso una effettiva  attività nel settore, mentre circa  il 12% ha cambiato ambito lavorativo (Metalmeccanico, Turistico, Trasporti ecc).

Nel frattempo quel bagaglio di professionalità, di capacità tecniche, di bravura e competenze lavorative di tutti questi lavoratori sulla soglia dei 60 anni, non potrà essere trasferito alle nuove generazioni che potrebbero affacciarsi nel settore.

La previsione è che nei prossimi 10 anni diversi “mestieri” dell’edilizia in Ogliastra potrebbero scomparire in assenza di una politica del lavoro e della formazione, indirizzata alla qualità e alla salvaguardia delle arti dell’EDILIZIA.

MAURIZIO PIRAS

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Il 2017 può segnare la ripresa del Comparto Costruzioni in Ogliastra

Il 2017 potrebbe essere l’anno della ripresa per il comparto costruzioni in Ogliastra che da solo arriva a coprire circa il 10% del PIL Territoriale. Sono in arrivo una pioggia di milioni di euro per investimenti in grandi opere pubbliche legate alla Viabilità che potrebbero creare un “effetto volano” sul settore e sulle attività economiche collegate, nonché una migliore competitività e attrattività del territorio, alle prese da anni con il problema dei trasporti e dei collegamenti. Purtroppo non possiamo dire lo stesso per l’edilizia Privata, che nel 2017 potrebbe ancora risentire gli effetti della congiuntura e della crisi economica.

Sul fronte dell’occupazione auspichiamo di vedere qualche riscontro positivo, senza macroscopici effetti, già nei primi mesi estivi.

La FILCA CISL Ogliastra, registra positivamente l’avvio dei cantieri dei due lotti della SS.125, attualmente in fase avanzata di cantierazione, dalle ditte DESANCTIS e OBEROSLER. Attendiamo di poter incontrare presto i Responsabili delle Aziende e il responsabile del procedimento dell’Ente ANAS, per poter attuare la Contrattazione di Anticipo di cantiere  prevista dal Contratto Nazionale dell’Edilizia per le grandi opere pubbliche.

Non nascondiamo la preoccupazione per i continui ritardi nell’avvio delle opere, legati alle procedure e alla lentezza delle pratiche, siamo fiduciosi di poter conoscere presto anche la consegna dell’ultimo lotto da realizzare sulla ss125, ovvero quello  relativo alla realizzazione del primo lotto (II stralcio) del tratto Tertenia-San Priamo.

Altro fattore che ci preoccupa molto, sono i ribassi molto alti, con i quali l’ANAS continua a aggiudicare i lavori in Ogliastra. Ci auguriamo che i soldi risparmiati dai ribassi d’asta vengano in futuro comunque reinvestiti anche nel territorio (per la manutenzione ordinaria e straordinaria e il  completamento opere viarie) che alla fine si realizzino opere di qualità, senza che vengano sacrificati i diritti e le condizioni di lavoro delle maestranze occupate nelle ditte in appalto e in subappalto.

Infine, ci aspettiamo che queste opere possano avere una effettiva ricaduta occupazionale sul territorio,  anche  per gli ottanta ex. lavoratori edili operai e impiegati qualificati e specializzati, che hanno operato nel settore della Viabilità nella realizzazione dei lotti della SS.125, lavoratori che negli anni sono stati i principali protagonisti non solo della realizzazione delle opere, ma hanno portato il loro contributo quando si è trattato di mobilitarsi e manifestare per lo sblocco delle opere

FILCA CISL SARDEGNA

Responsabile Territoriale

  MAURIZIO PIIRAS

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

ASSEMBLEA REGIONALE QUADRI E DELEGATI DELLE COSTRUZIONI

img_1345Si è svolta a Cagliari, il 28 novembre 2016 alle ore 09,30 presso l’Hotel Holiday Inn l’ASSEMBLEA REGIONALE
QUADRI E DELEGATI DELLE COSTRUZIONI con all’ordine del giorno:

PENSIONI EDILI
Giù i requisiti per l’APE agevolata

Hanno presieduto i lavori
Enrico Cordeddu Segretario Generale Regionale Fillea Cgil e Giovanni Matta Segretario Generale Regionale Filca Cisl. I lavori sono stati introdotti da Marco Foddai Segretario Generale Regionale Feneal Uil.

img_1343Alla presenza di tutte le delegazioni di Delegati e operai della Sardegna si sono susseguiti diversi interventi da parte del Segretario Generale Regionale CISL Ignazio Ganga, del Segretario Generale Regionale CGIL Michele Carrus e di Gianni Olla con il mandato della Segretaria Generale Regionale UIL. Sono intervenuti anche alcun Senatori ai quali è stato consegnato un documento unitario.

Le conclusioni del dibattito sono state presentate dal Segretario FILCA CISL NAZIONALE Franco Turri il quale ha riassunto i temi più importanti della giornata e le proposte del sindacato unitario. “Speriamo in un ripensamento da parte del Governo e del Parlamento sui requisiti per l’accesso all’Ape social, perché la soglia dei 6 anni continuativi e 36 anni di contributi per gli operai edili – lavoratori caratterizzati da una carriera discontinua – sono impossibili da raggiungere. Con gli attuali criteri, degli oltre 25mila operai over 63 iscritti alle Casse edili solo pochissime centinaia forse potranno accedere alla pensione anticipata senza penalizzazioni. Intanto, nei cantieri si continua a morire, una strage che coinvolge sempre più i lavoratori over 60. Chiediamo al governo e ai parlamentari di mettersi una mano sulla coscienza e sanare questa orribile ingiustizia.”

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

SCIOPERO LEGNO, APPELLO DEI SEGRETARI GENERALI FILCA, FENEAL, FILLEA

Ufficio stampa Filca nazionale 25 ottobre 2016

bannerlegnosciopero281016

“Questa settimana deve essere massimo lo sforzo di tutti i nostri dirigenti, Rsu, militanti ed iscritti, per la riuscita dello sciopero dichiarato unitariamente per il prossimo 28 ottobre da FenealUil, Filca Cisl e Fillea Cgil, in tutte le aziende del legno, mobile, arredo (scarica il volantino). Obiettivo è portare FederLegno e le sue imprese associate ad una proposta salariale all’altezza delle giuste richieste dei lavoratori”. Così dichiarano in una nota Vito Panzarella, Franco Turri e Alessandro Genovesi, segretari generali di FenealUil, Filca Cisl e Fillea Cgil.


“Non accetteremo stravolgimenti su orari e mercato del lavoro – continuano i dirigenti sindacali – difenderemo il secondo livello e la sua funzione di sostegno alla ripresa, difenderemo la funzione di autorità salariale del contratto nazionale, volano per la contrattazione di II livello e vera garanzia per l’80% di quei lavoratori che non hanno contrattazione aziendale. Un aumento salariale giusto, come quello da noi rivendicato, è essenziale non solo per difendere il potere di acquisto dei salari già colpiti dalla crisi e dall’aumento delle imposte nazionali e locali ma anche come leva per rilanciare i consumi interni e spingere le imprese ad investire in innovazione, oltre la leva competitiva della sola compressione del costo del lavoro”.

“Anche per questo – concludono i leader dei sindacati degli edili – la nostra battaglia è comune a quella che, unitariamente, stanno portando avanti altre categorie, dai tessili al pubblico impiego, fino ai metalmeccanici, in totale oltre 11 milioni di lavoratori ancora senza contratto, certi che comune deve essere l’obiettivo. Siamo pronti a cogliere ogni sfida positiva in termini di innovazione e nuovi bisogni dei lavoratori e delle imprese più serie, ma contrari a far passare surrettiziamente un modello dove i salari siano sganciati dalle dinamiche di settore, contrari allo svilimento della funzione della contrattazione collettiva”.

—————————————————————————————

Trattativa interrotta, blocco delle ore di flessibilità e straordinario, sciopero nazionale di 8 ore il 28 ottobre: questa è l’amara conclusione dell’ennesimo incontro tra Feneal Filca Fillea e Federlegno per il rinnovo del contratto del settore Legno – Arredo Industria, che gli addetti del settore attendono da sei mesi.

“La mobilitazione – spiegano le segreterie nazionali delle tre sigle – è la nostra risposta alle proposte indecenti avanzate questa mattina a Milano dalla controparte, secondo la quale i dipendenti del legno dovrebbero lavorare concedendo il massimo della flessibilità , lavorando anche il sabato e la domenica, con un aumento della quota di lavoratori precari con contratti a termine e in somministrazione, vanificando così la contrattazione di secondo livello. Inoltre, Federlegno propone un aumento salariale pari praticamente a zero euro e meccanismi annuali di verifica e restituzione. Ciò vuol dire che, qualora a livello nazionale il tasso di inflazione fosse inferiore a quello previsto dagli indicatori, i lavoratori si vedrebbero decurtare una somma dalla tranche di aumento programmata per l’anno successivo. Il rischio è che i lavoratori debbano restituire una parte dello stipendio, una follia senza precedenti.”

I sindacati proseguono: “a Federlegno vogliamo semplicemente ricordare che nei recenti rinnovi dei contratti di due settori simili, il cemento e il lapideo, gli aumenti sono stati rispettivamente di 90 e di 103 euro. Le condizioni del settore legno-arredo sono positive, è quindi impensabile avere aumenti al di sotto di queste cifre.” Infine, per i sindacati “è  da irresponsabili tenere da più di 6 mesi tutti questi lavoratori senza contratto, dopo oltre 15 incontri e nonostante la piattaforma sindacale sia stata inviata alla controparte nei tempi previsti, vale a dire nel settembre 2015, quando mancavano ben sei mesi alla scadenza del contratto.”

 

 

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

SICUREZZA NEI CANTIERI, IL 7 NOVEMBRE SCIOPERO NAZIONALE

Ufficio stampa Filca nazionale 7 ottobre 2016

Un mese di assemblee, convegni, volantinaggi, iniziative di sensibilizzazione in tutti i territori ed in tutti i cantieri, ed il 7 novembre lo sciopero nazionale di un’ora degli edili per dire basta morti sul lavoro: è quanto hanno stabilito le segreterie nazionali Feneal Filca Fillea, che ancora una volta si mobilitano per chiedere più attenzione sul tema della sicurezza e salute sul lavoro a fronte di dati sempre più tragici ed allarmanti su infortuni, morti e malattie professionali

“Per le costruzioni il bilancio provvisorio del 2016 è terribile, con un incremento delle vittime, ai primi di ottobre, di oltre il 27% rispetto al 2015” fanno sapere le segreterie nazionali Feneal Filca Fillea, che proseguono: “A questo dato drammatico si aggiunge quello relativo alla media di età delle vittime: in particolare è sconcertante il dato degli over 60, più che raddoppiato rispetto allo scorso anno. Siamo in volantino-lato-apresenza di una vera e propria strage di nonni.” Per i sindacati “occorre intervenire subito, rafforzare controlli e sanzioni, completare l’attuazione del decreto legislativo 81, anche con la costituzione della patente a punti.”

“Lo sciopero – proseguono – serve a sensibilizzare su un tema che non può più passare in secondo piano e per questo chiediamo azioni precise per contrastare il lavoro irregolare e nero, causa di molti incidenti e di mancata applicazione delle regole. Tra queste è per noi fondamentale ripristinare il Durc nella sua formula originaria e passare in breve tempo alla congruità, applicare il contratto edile a tutti i lavoratori in cantiere e rafforzare il ruolo degli enti bilaterali che attraverso i responsabili della sicurezza svolgono un lavoro indispensabile.”

“Sul fronte pensionistico – aggiungono in conclusione – apprezziamo l’intesa raggiunta da Governo e Sindacato, ma occorre fare un passo in più affinché l’Ape agevolata si rivolga esplicitamente agli operai edili e permetta di accedere alla pensione in anticipo senza penalizzazioni a tutti quegli operai con pensioni inferiori ai 1300/1400 euro netti, il cui lavoro è sicuramente pesante e rischioso. Solo in questo caso si darà una risposta concreta alle migliaia di operai con più di 60 anni che ancora stanno sulle impalcature”. L’hashtag della mobilitazione è #ZeroInfortuni.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Sindacato. Ignazio Ganga alla guida della Cisl Sardegna

Manovra: Furlan, "se Ue non cambia ci saranno altre Brexit" (foto di Roberto Murgia) - DA ANSA CAGLIARIimage

Cagliari, 24 ottobre 2016. Questa mattina il Consiglio generale della Cisl Sardegna, alla presenza della segretaria generale nazionale, Annamaria Furlan, ha eletto Ignazio Ganga nuovo segretario generale della Cisl sarda, in sostituzione di Oriana Putzolu nominata  dalla Cisl confederale Presidente nazionale dell’ANOLF      ( Associazione nazionale Oltre Le Frontiere).

Ignazio Ganga, nuorese, 55 anni, sposato con un figlio, funzionario INPS, milita nella Cisl da trent’anni. Primo incarico ricoperto quello di segretario aziendale e, successivamente, per sei anni  responsabile dei lavoratori parastatali della Cisl nuorese.

Dal 1999 al 2013 segretario generale della Cisl nuorese, Ganga ha seguito direttamente per oltre quindici anni le più delicate ristrutturazioni aziendali e le vertenze industriali della Sardegna centrale dei comparti chimico (Enichem, Montefibre, Dow Chemical, Equipolimers, Lorica Sud), tessile (Legler, Rosmary, Eurofashion, Queen, Mompiano, Corallo, Alsafil …), metalmeccanico (Metallurgica del Tirso, Ideamotore, Platinum …) e cartario (Cartonsarda).

Nell’ambito dell’attività sindacale Ganga è stato promotore e firmatario di diversi strumenti di sviluppo locale per le aree interne dell’Isola (patti territoriali – contratti – accordi di programma – protocolli e strumenti a sostegno delle aree di crisi).

Eletto alla segreteria regionale della Cisl sarda nel maggio 2013, fino a oggi  ha rivestito l’incarico di segretario organizzativo e di segretario con delega per le politiche pubbliche.

Dal Direttivo Territoriale della FILCA CISL del territorio Ogliastra facciamo giungere gli Auguri di Buon Lavoro a Ignazio Ganga

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

INCONTRO DIBATTITO ORGANIZZATO DALLA FILCA CISL SARDEGNA SUL REFERENDUM

La riforma Costituzionale
ed il Referendum del 4 Dicembre 2016
“ Vota si …. vota no….. vota con la testa ”

costituzione-de-nicola-de-gasperi_650x447

28 Ottobre 2016, ore 9.30
C/oSalone Sechi Cisl
Via Ancona 11 -Cagliari

I lavori saranno così articolati:
ore 10,00 Presentazione dei lavori, introduzione dell’argomento
ore 10,15 Il contenuto della riforma – Prof. Pietro Ciarlo Costituzionalista Docente Università di Cagliari
ore 10,45 Tavola Rotonda – le ragioni del SI le ragioni del NO
Discuteranno
• Senatore Francesco Sanna – Partito Democratico
• Senatore Emilio Floris – Forza Italia
• Onorevole Michele Piras – SEL
• Ignazio Ganga Segretario USR Sardegna
• Dott. Cristiano Erriu Assessore Regionale
• Onorevole Pietro Pittalis Presidente Gruppo Forza Italia in Consiglio Regionale
Concluderà i lavori Franco Turri , Segretario Generale Filca Cisl Nazionale .
Coordinerà l’incontro la giornalista Eleonora Bullegas

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Dall’ Assemblea Territoriale FILCA CISL l’invito a riprendere la mobilitazione del settore

IMG_1997Venerdi 30 settembre alle ore 18,00 si sono incontrati in assemblea i lavoratori delegati FILCA CISL dell’Ogliastra, presso il salone CISL di Tortoli in via Grazia Deledda , per discutere importanti tematiche riguardanti il lavoro, le infrastrutture e le Pensioni.
Ha aperto la riunione Maurizio Piras responsabile territoriale della FILCA CISL SARDEGNA  in Ogliastra che ha affrontato il tema lavoro, “siamo fortemente preoccupati per il forte ritardo con il quale vengono appaltate e cantierate le opere pubbliche in Ogliastra, lo riteniamo inammissibile in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo.”
“Per quanto riguarda i tre lotti di completamento della ss125 attendiamo di ricevere la convocazione urgente di un incontro ufficiale da parte della sede ANAS Regionale.”
È’ stato rimarcato che è necessario poterci confrontare presto e congiuntamente anche con le imprese che si sono aggiudicate i lavori per conoscere nel dettaglio il cronoprogramma,
le ricadute occupazionali previste, i contratti di subappalto previsti, i piani sanitari e della sicurezza del lavoro.
IMG_1996Per esperienza, nei precedenti lotti della ss125 come sindacato siamo dovuti intervenire ripetutamente, anche tramite l’Ispettorato del lavoro e l’ASL per far valere il rispetto delle professionalità e specializzazioni delle maestranze, tutelare i dipendenti di imprese subappaltatrici che avevano subito gravi inadempienze contrattuali, mancate o errate retribuzioni, gravi disagi nel rispetto delle norme antinfortunistiche, della sicurezza e dell’igiene in cantiere.


Nella riunione sono stati presi in esame anche altri argomenti:
1) finanziamenti e lavori della viabilità, appaltati dalla Ex. Provincia Ogliastra (giovedì mattina è’ previsto un incontro sindacale unitario con il Commissario);
2) progetto riguardante l’ampliamento del Parco eolico a Ulassai/Perdasdefogu, fermo per mancanza di autorizzazioni dalla burocrazia regionale;
3) progetto della Wood Sardinia srl di Villagrande, una importante azienda di lavorazione del legno, fermo a causa della lentezza della burocrazia regionale;
3) progetto della creazione di Latitudine Arbatax, come rete di imprese impegnate nel settore della nautica. Un passo in avanti nella direzione di creare sinergie tra le imprese Ogliastrine, che auspichiamo possa dare presto importanti risultati nella valorizzazione dei livelli di occupazione e specializzazione delle professionalità’ progettisti, impiegati e operai locali.
4) Degli ultimi sviluppi della riforma delle pensioni.

A seguire sono intervenuti diversi delegati, che hanno rimarcato la necessità di proseguire il confronto con l’ANAS e la REGIONE, per sollecitare l’avvio delle opere e il rilancio del lavoro.

Le conclusioni della riunione sono state presentate dal  segretario GIOVANNI MATTA, il quale ha apprezzato l’esito della discussione dell’Assemblea Territoriale, per la folta partecipazione di delegati, i quali sono intervenuti in questo primo incontro territoriale. “Vogliamo dare voce alle centinaia di lavoratori del settore costruzioni, che hanno perso l’occupazione in questi anni, spesso fortemente specializzati chiedono che dalla politica Regionale giungano segnali di vitalita’ e di rilancio concreto dell’economia del territorio.”
FILCA CISL SARDEGNA
Territorio Ogliastra

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Edilizia via libera alle opere in Ogliastra

INAUGURA La FILCA CISL del territorio Ogliastra, categoria sindacale che segue i lavoratori del settore legno arredamento, edile e materiale da costruzioni, che conta circa 1.000 iscritti comunica che a fine settembre si svolgerà un incontro dei delegati territoriali per fare il punto della situazione del comparto e delle politiche del lavoro. I settori rappresentati dalla FILCA, edili, legno arredo, materiali da costruzione, sono quelli che registrano i dati peggiori e che scontano maggiormente gli effetti di questo tracollo del settore pubblico e privato. Siamo preoccupati non tanto per il fatto che per l’ottavo anno consecutivo non si inizia a vedere una netta ripresa, quanto per la totale assenza di nuova programmazione e investimenti in infrastrutture e nell’edilizia privata da parte della pubblica amministrazione.

Con riferimento ai dati rilasciati dalle Casse Edili, vero termometro della situazione del settore, si può notare come dall’inizio della crisi ad oggi ci sia stato un crollo di oltre il 50%, sia nel numero complessivo del lavoratori iscritti alle Casse Edili, sia di imprese. Stessa grave situazione si è registrata per il comparto dei materiali da costruzione e del calcestruzzo che ha visto diverse aziende chiudere o ridimensionare irreversibilmente le attività.

Di fronte a questo scenario, dove sarebbe più opportuno parlare di trasformazione del settore costruzioni che di crisi, siamo moderatamente soddisfatti per la consegna dei lavori riguardanti la strada statale 125 , SP27 Villagrande/Tortoli e la definizione dei due lotti di completamento della ss125. La continua mobilitazione del sindacato Territoriale  degli ultimi 15 anni, ha dato un forte impulso allo sblocco delle opere che stavano rischiando seriamente di essere accantonate, dalle insufficienze della politica Regionale come il resto delle infrastrutture ancora incompiute in OGLIASTRA. Nostro malgrado questi lavori, da soli, non saranno sufficiente a dare le risposte occupazionali che necessitano al territorio (LOTTO SS125 TORTOLI’-BARISARDO max.10/15 unità lavorative compreso l’indotto).

Altre infrastrutture attendono di essere completate o rese fruibili alle comunità Ogliastrine. LA VIABILITA’ INTERNA, IL PORTO E LA STAZIONE MARITTIMA DI ARBATAX, L’AEROPORTO, IL COMPLETAMENTO DELLA SS389, LA RIQUALIFICAZIONE DELLA SS198. L’AMPLIAMENTO DEL PARCO EOLICO, L’INFRASTRUTTURAZIONE DELLA ZONA INDUSTRIALE DI TORTOLI, ECC.

Infatti, riteniamo che a queste opere si deve accompagnare un maggiore volume di investimenti e politiche industriali adeguate alle reali potenzialità e vocazioni economiche del territorio (TURISMO, NAUTICA, ARTIGIANATO).Senza  una seria programmazione  Regionale per la riconversione sostenibile dell’intero comparto e senza una incentivazione alle costruzione / ristrutturazioni edilizie, alla formazione e all’utilizzo della manodopera e professionalità locale, all’utilizzo dei materiali che il territorio può offrire, sarà veramente difficile far ripartire lo sviluppo.

FILCA CISL SARDEGNA

Responsabile Territoriale

MAURIZIO PIIRAS

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

UN AIUTO PER CONTRASTARE LE POVERTA’

caritas-2

 

 

 

 

 

INPS: cir. 133/16 – Avvio del Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA) – Dottrina Per il Lavoro

L’Inps, con la circolare n. 133 del 19 luglio 2016, fornisce un quadro di riferimento alla misura di contrasto alla povertà denominata SIA (Sostegno per l’inclusione attiva).

Il Sostegno per l’inclusione attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti minorenni, figli disabili o donne in stato di gravidanza accertata.

Il sussidio è subordinato ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari e le scuole nonché con soggetti privati ed enti no profit. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e minori sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni. L’obiettivo è quello di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Il decreto affida ai Comuni la gestione operativa delle domande ed il relativo accoglimento/diniego, mentre l’Istituto è chiamato ad effettuare i controlli delle posizioni dei soggetti richiedenti per verificare il possesso dei requisiti richiesti.

I cittadini interessati saranno infatti tenuti a presentare la domanda direttamente al proprio Comune di appartenenza che, successivamente, provvederà ad inoltrarle all’Inps, ai fini della verifica automatica delle condizioni previste dal decreto (ISEE, presenza di eventuali altre prestazioni di natura assistenziale, situazione lavorativa ecc.) e della conseguente disposizione dei benefici economici, che saranno erogati dal Gestore del servizio attraverso una Carta precaricata.

Leggi anche il Decreto 26 maggio 2016 (Min.Lavoro – Min. Economia)


Le Amministrazioni coinvolte

I principali attori coinvolti nel SIA sono:

  • il Comune, che riceve le domande da parte dei cittadini, effettua le verifiche anagrafiche sui richiedenti, comunica all’Inps le richieste di beneficio, controlla il rispetto dei progetti personalizzati;
  • il “Soggetto attuatore” (l’Istituto), che riceve le domande dai Comuni ed effettua i controlli sulla sussistenza dei requisiti di natura socio-economica richiesti dalla legge;
  • il “Gestore del servizio”, che assicura la distribuzione e la gestione delle carte prepagate, provvedendo all’accredito periodico degli importi dovuti.

Al fine di gestire in modo ottimale il canale informativo tra Inps e Comuni – con particolare riguardo alle posizioni dei soggetti che chiederanno un riesame delle domande respinte – è stato previsto un apposito flusso di lavoro che sarà illustrato in dettaglio alle strutture dell’Istituto in un successivo messaggio operativo.

Requisiti (articolo 4, Decreto 26 maggio 2016)

Il richiedente(componente del nucleo familiare), al momento della domanda e per l’intera durata dell’erogazione del beneficio, deve essere in possesso dei seguenti requisiti, il cui accertamento spetterà al Comune interessato:

  1. essere cittadino italiano o comunitario ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  2. essere residente in Italia da almeno due anni (al momento della presentazione della domanda).

Sempre a carico del Comune è la verifica che nessun componente il nucleo risulti in possesso di:

  1. autoveicoli immatricolati la prima volta nei dodici mesi antecedenti la richiesta;
  2. autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc (250 cc in caso di motoveicoli) immatricolati la prima volta nei 3 anni precedenti la richiesta.

I nuclei familiari beneficiari, al momento della domanda e per l’intera durata dell’erogazione del beneficio, devono essere in possesso delle seguenti tipologie di requisiti, il cui accertamento spetterà all’Inps:

1. composizione del nucleo familiare – (con almeno uno dei seguenti requisiti):

  1.     presenza di un componente di età minore di 18 anni;
  2.     presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore;
  3.     presenza di una donna in stato di gravidanza accertata;

2. condizione economica:

  1. ISEE inferiore o uguale a 3.000 euro;
  2. altri eventuali trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria o assistenziale a qualunque titolo concesso dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni non devono essere superiori a 600 euro mensili;
  3. nessun componente il nucleo deve risultare titolare di:
  • prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI);
  • assegno di disoccupazione (ASDI);
  • altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • carta acquisti sperimentale.

Valutazione multidimensionale del bisogno

Si tratta di un indicatore riferito alle condizioni del nucleo familiare al momento della presentazione della domanda, il cui valore deve essere superiore o uguale a 45, secondo i criteri di seguito riportati:

a. carichi familiari: valore massimo 65 punti, così attribuiti:

  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) con due figli di età inferiore a 18 anni: 10 punti, elevati a 20 nel caso di tre figli e 25 nel caso di quattro o più figli;
  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) in cui l’età di almeno un componente non sia superiore a 36 mesi: 5 punti;
  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) composto esclusivamente da genitore solo e figli minorenni: 25 punti;
  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) con uno o più componenti in condizione di accertata disabilità grave: 5 punti;
  • nucleo familiare (come risultante nella DSU) con uno o più componenti in condizione di accertata non autosufficienza: 10 punti;

b. condizione economica, valore massimo 25 punti (al valore massimo di 25 punti si sottrae il valore dell’ISEE, diviso per 120);

c. condizione lavorativa, valore massimo 10 punti, così attribuito: nucleo familiare in cui tutti i componenti in età attiva si trovino in stato di disoccupazione.

Benefici concessi

Il SIA è quindi articolato in un sussidio economico a nuclei familiari in condizioni economiche di estremo disagio ed è subordinato all’adesione ad un progetto di attivazione sociale e lavorativa proposto dal Comune di residenza.

Il beneficio economico viene concesso, con cadenza bimestrale, in relazione alla composizione del nucleo familiare beneficiario, secondo la seguente ripartizione:

NUCLEO FAMILIARE

IMPORTO MENSILE (€)

1 membro

80

2 membri

160

3 membri

240

4 membri

320

5 o più membri

400

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento
UFFICIO STAMPA FILCA NAZIONALE 10 GIUGNO 2016

turri“Il decreto correttivo con il quale si prevede la tracciabilità dei voucher è un provvedimento atteso e positivo, perché ne facilita la trasparenza e cerca di sanare fenomeni di lavoro cosiddetto grigio. Ma in edilizia il voucher resta uno strumento improprio e dannoso non solo per i lavoratori edili, ma per l’intero settore”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Filca-Cisl, Franco Turri, commentando le misure decise dal Consiglio dei Ministri.

“La comunicazione preventiva relativa all’utilizzo dei voucher è importante, ma il suo utilizzo nel settore edile è quasi sempre un modo per dare una parvenza di regolarità al lavoro nero. Inoltre utilizzando i voucher – spiega Turri – si aggirano le verifiche sulla regolarità contributiva relative al Durc, non vengono fatti i versamenti in Cassa edile, non c’è il diritto alle prestazioni a sostegno del reddito, non è prevista la formazione obbligatoria di 16 ore per chi entra per la prima volta in cantiere. Chi vuole fare il furbo l’ha capito perfettamente, ed infatti registriamo un aumento considerevole dell’utilizzo dei voucher in edilizia. Un segnale in tal senso arriva anche dalle Casse edili, che hanno rilevato un calo degli occupati in edilizia del 55% contro una riduzione del 25% stimata dall’Istat”.

“Se il governo non intende escludere l’edilizia dall’ambito di utilizzo dei voucher, come sarebbe saggio e giusto, allora è necessario sin da subito regolamentarne contrattualmente l’impiego”, ha concluso il segretario generale della Filca.

Pubblicato il da amministratore | Lascia un commento

IL PUNTO SULLA PREVIDENZA IN EDILIZIA ORGANIZZATO DALLA FILCA CISL SARDEGNA

TAVOLA ROTONDA
“…IL WELFARE CHE VERRA’!
COSA FARE PER IL MONDO DEL LAVORO EDILE…”

Volantino Tavola Rotonda su Welfare 8 Giugno 2016-page-001

“…..Il tema del Welfare ha caratterizzato il dibattito sindacale da lungo tempo. Negli ultimi vent’anni essa ha assunto una cadenza dominante anche perché, sovente, gli interventi del Governo in materia di finanza pubblica si sono intrecciati in modo significativo sui temi del Welfare.
Pensioni, tutela sanitaria e protezione sociale in genere nel corso degli ultimi 4 lustri hanno subito profonde trasformazioni ed il processo di tale revisione pare non debba esaurirsi nell’immediato periodo.
Il tema, caro alla Cisl, è tutt’ora oggetto di confronto tra sindacato e governo nazionale con esiti altalenanti.
Soprattutto il “Welfare del futuro” è motivo di elaborazione continua per evitare un uteriore indebolimento dei livelli di tutela dei pensionati, dei lavoratori e delle persone in genere.
La Filca da sempre, attraverso l’esperienza degli Enti Bilaterali si è mossa per costruire un modello di protezione sociale certamente non sostitutivo di quello pubblico, ma capace di integrarlo in termini positivi e per il futuro……”

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

PUNTATA DI MONITOR VIDEOLINA: EDILIZIA LAVORO

VIDEOLINAPer tutti coloro che si sono persi la puntata di  giovedì alle 21, l’approfondimento del TG di Videolina, “Monitor”.

Dibattiti in studio con i protagonisti della vita politica, economica, culturale e sociale della Sardegna. A cura della Redazione del Telegiornale e con le interviste ai protagonisti del settore costruzioni in Sardegna insieme a Giovanni Matta Segretario FILCA Sardegna.

images (2)

PRIMA PARTE Per far partire video cliccare su immagine

 

23-Matta-300x168

Seconda parte Per far partire video cliccare su immagine

 

 

 

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su PUNTATA DI MONITOR VIDEOLINA: EDILIZIA LAVORO

LA SITUAZIONE DEL SETTORE COSTRUZIONI IN OGLIASTRA

imagesSi è riunito il giorno 25 maggio, nella sala Consiliare del Comune di Tertenia la seconda Assemblea territoriale della Filca Cisl Sardegna Territoriale Ogliastra alla presenza di lavoratori iscritti, delegati  e simpatizzanti. Nell’ intervento Maurizio Piras, Responsabile Regionale per il Territorio Ogliastra, ha presentato una nuova elaborazione statistica della Commissione Nazionale Paritetica per le casse edili con un confronto di dati 2014-2015-2016. In sintesi, siamo moderatamente soddisfatti perchè la crisi dell’Edilizia pare aver subito un rallentamento nel corso del 2015/2016, se osserviamo i dati nei due territori Nuorese e Ogliastra emerge quanto segue:

Numero Imprese Iscritte: 
ott 2014-ott 2015                                            media circa il                    +12%
dic 2015-dic 2016                                            media circa il                    +13%
Ore lavorate registrate
Gen 2015-gen 2016                                        media circa il                    +13%
Feb 2015-feb 2016                                           media circa il                    +10%
Dic 2014-dic 2015                                           media circa il                    +17%
Massa Salari
Gen 2015-gen 2016                                        media circa il                    +9%
Feb 2015- feb 2016                                          media circa il                    +25%
Ott 2014- ott 2015                                           media circa il                    +3%

images (1)Non possiamo affermare che la crisi sia finita, dopo 7 anni di caduta libera, ma dobbiamo riconoscere che nel 2016-2017 l’ Ogliastra potrà dettare il passo di una possibile inversione della tendenza nelle due Provincie. Questo potrà avvenire solo con l’apertura dei tre lotti di completamento della ss.125 , che potranno portare una ricaduta economica di circa 200 milioni di euro nel territorio e un discreto numero di lavoratori occupati.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

ASSEMBLEA TERRITORIALE EDILI A TERTENIA

Questa galleria contiene 1 foto.

Mercoledì 25 maggio 2016 – ore 18,00-Presso la sala consiliare del Comune di TERTENIA LA FILCA CISL incontra i lavoratori iscritti, Delegati e simpatizzanti. Si terrà un incontro per analizzare e discutere la situazione riguardante: ·       LAVORO    Esame Verbale Accordo Sindacati Regionali … Continua a leggere

Altre gallerie | Lascia un commento

GIOVANNI MATTA SU MONITOR A VIDEOLINA ”CANTIERE LAVORO”

VIDEOLINAmonitor

Oggi, alle 21 appuntamento su VIDEOLINA con Monitor, l’approfondimento del tg di VIDEOLINA .

Il tema di oggi è il futuro del settore cgiovanni mattaostruzioni, tra pubblico e privato. Si parlerà anche dei cantieri ANAS. Ospiti della trasmissione Nicola Scano, il presidente dei costruttori sardi Pierpaolo Tilocca e il segretario degli edili di Cisl Sardegna Giovanni Matta.

Ecco un’anticipazione.

clicca_qui

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

PER LA FILCA OGLIASTRA PRIORITA’ A LAVORO, PENSIONI E CONTRATTI

DSC_0014Si è riunito ieri 11 maggio, nella sede della ProLoco di Lanusei, alla presenza di circa 30 lavoratori in delegazione dei paesi di LANUSEI, ILBONO , ELINI la prima Assemblea territoriale 2016 della Filca Cisl Sardegna Territoriale Ogliastra. Nell’ intervento introduttivo, il Responsabile Regionale per il Territorio Ogliastra, Maurizio Piras, ha illustrato la situazione in cui versa attualmente il settore che continua ad vivere un momento di grande difficoltà.

I dati della crisi confermano un trend negativo con gli appalti pubblici che sono crollati di oltre il 70% e di oltre il 78% per le costruzioni private. Nel 2015 abbiamo comunque riscontrato dai dati delle Casse Edili che la continua discesa del numero degli occupati nel settore si è arrestata. Anzi, nei primi mesi del 2016 abbiamo avuto conferma di una lievissima crescita del numero dei lavoratori occupati, forse per effetto degli incentivi alle assunzioni erogati alle imprese e del JOBS ACT nel corso del 2015, da parte del Governo.

Per far ripartire l’Edilizia e il lavoro abbiamo chiesto unitariamente a FILLEA e FENEAL alla Regione di procedere con urgenza alla apertura dei Cantieri ANAS (ss125 e ss389 ), già dotati di risorse finanziarie. Il tavolo di contrattazione che è stato aperto di concerto con le Federazioni Regionali di categoria ha permesso attraverso l’impegno di tutti i soggetti SOCIALI e Istituzionali ANAS e REGIONE di verificare molteplici difficoltà legate agli adeguamenti tecnici che gli appalti richiedevano.

l dilungarsi dei tempi ha così permesso la discussione di un importante Protocollo Regionale ANAS – FILLEA, FILCA , FENEAL per la promozione della Legalità, la qualificazione delle imprese e valorizzazione della manodopera Territoriale, che saranno impegnate nei prossimi lavori stradali.

DSC_0031

Nei diversi interventi dei lavoratori e disoccupati edili che hanno partecipato è stata più volte sottolineata l’importanza di creare subito posti di lavoro per combattere concretamente gli effetti della crisi e, quindi, rilanciare gli investimenti. Altri lavoratori hanno evidenziato la necessità di poter essere occupati in questi nuovi cantieri, rimarcando di essere in possesso di idonee qualifiche professionali, acquisite con anni di servizio e valide esperienze presso aziende di Costruzioni stradali.

La Filca Cisl già fortemente impegnata con gli Enti e le Istituzioni, per salvaguardare la professionalità e l’occupazione locale, si propone di affrontare questi temi attraverso la normale contrattazione Aziendale, che potrà avvenire non appena ci verrà comunicata l’apertura dei cantieri.

Per il responsabile della Filca, Maurizio Piras, sono tre i nostri obbiettivi territoriali dei prossimi mesi, strettamente correlati tra loro, al centro della nostra azione sindacale mettiamo il lavoro, la contrattazione e le pensioni. Il valore economico e sociale del lavoro viene sempre più calpestato nei nostri tempi, con l’utilizzo dei voucher in edilizia, il falso lavoro autonomo. Attraverso la contrattazione in queste grandi opere possiamo qualificare il lavoro e di conseguenza il nostro ruolo.

Sul tema previdenziale e delle malattie professionali, la FILCA CISL in campo Nazionale ha invitato il Ministro Poletti a intervenire subito con  un BONUS contributivo, perché i lavori non sono tutti uguali e non è possibile che edili ultrasessantenni possano sopportare carichi pesanti e lavorare ancora sulle impalcature.

Alla riunione ha partecipato attraverso un intervento il Dott. Demetrio Marotto esperto di alcune materie legate alla sicurezza sul lavoro, ha fornito alcuni utili informazioni sugli effetti nefasti di alcune specifiche lavorazioni in edilizia per la salute degli operai, spiegando l’importanza della prevenzione ma sopratutto la necessità di chiedere l’assistenza del PATRONATO INAS in caso di sospetta malattia professionale.

L’incontro è stato molto proficuo, perché ha permesso di dialogare con gli effettivi operatori del settore, operai e impiegati, si è potuto parlare liberamente di tanti argomenti e di una “nuova edilizia sostenibile e legale” con una contrattazione che valorizzi qualità e professionalità e con una forte bilateralità capace di sostenere il necessario processo di modernizzazione del settore.

In questi anni, come sindacato di Categoria abbiamo lavorato molto cercando di dare tutela e assistenza ai nostri soci, ma per il futuro servono più forza e più coraggio per realizzare modelli di impresa e di organizzazione della filiera delle costruzioni capaci di cogliere le nuove opportunità e di essere competitivi per creare valore e nuova occupazione.

Come sindacato FILCA CISL dell’Ogliastra vogliamo fare la nostra parte, attivamente.

Il prossimo appuntamento con i lavoratori si svolgerà tra una settimana a Tertenia.

FILCA CISL SARDEGNA

Responsabile Territoriale

MAURIZIO PIIRAS

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

ASSEMBLEA FILCA CISL A LANUSEI

P1000707La FILCA comunica che a partire dal mese di maggio 2016 si svolgeranno in tutti i Comuni dell’Ogliastra incontri con i circa 980 lavoratori e disoccupati iscritti aderenti alla CISL, delegati e simpatizzanti del Comparto Costruzioni e affini, per analizzare e discutere la situazione riguardante alcune specifiche tematiche di settore.

LAVORO

Prospettive di ripresa legate agli Appalti ss125 , ss389 e Lavori EX. Provincia Ogliastra;

PENSIONI

Novità in merito al calcolo pensionistico operai over 60, lavori usuranti, Voucher, Mobilità in deroga, Malattie Professionali;

  • Riforma appalti e sicurezza nei cantieri;
  • I servizi della Filca CISL agli iscritti, Rinnovo Contratti.

Questi incontri che come Sindacato delle Costruzioni teniamo settimanalmente con la rete dei lavoratori e i disoccupati sono importanti perché con il dialogo, il confronto e la condivisione diretta possiamo creare una maggior opportunità di informazione e tutela sociale.

Dopo 8 anni di forte crisi strutturale del comparto auspichiamo ci sia una concreta ripresa, perché l’Ogliastra ha urgente bisogno dell’Edilizia, di una edilizia diversa incentrata sulla professionalità dei lavoratori e delle imprese ma soprattutto sulla legalità.

Ma abbiamo anche bisogno di risorse pubbliche per poter progettare e aprire nuovi cantieri, per realizzare o migliorare le infrastrutture, rafforzare la rete di Imprese artigiane del territorio e dare concrete opportunità di lavoro.

In questo caso lo Stato e la Regione Sardegna devono fare la loro parte.

Il primo incontro in calendario si svolgerà a LANUSEI, il giorno mercoledì 11 maggio 2016 alle ore 18,00 presso la sala della PROLOCO di LANUSEI .Con l’occasione verranno consegnate alcune schede INFORMATIVE sulle malattie professionali.

VOLANTINO ASSEMBLEE COMUNALI 2016-page-001

 FILCA CISL SARDEGNA

Responsabile Territoriale

MAURIZIO PIRAS

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

FRANCO TURRI, VIDEO-INTERVISTA SU CRISI EDILIZIA, PENSIONI, VOUCHER, SICUREZZA NEI CANTIERI

La crisi dell’edilizia, le pensioni, i voucher, la sicurezza nei cantieri: sono solo alcuni dei tantissimi temi affrontati dal segretario generale della Filca-Cisl nazionale, Franco Turri, nella video-intervista concessa a Livia Randaccio (Imprese Edili).

(dal sito ImpreseEdili.it) – Franco Turri, Segretario Generale Filca Cisl, in occasione della nostra video-intervista ha espresso i suoi punti di vista sul fare sindacato oggi in edilizia. Ha commentato le problematiche relative al lavoro sui cantieri, alla sicurezza, alle pensioni e ai lavoratori over 60, al mercato del lavoro e alle politiche contrattuali, alla tanto auspicata ripresa dopo 8 anni di forte crisi strutturale del comparto. Opinioni quelle di Turri che rappresentano un elemento di significativo confronto sulle scelte da fare fra le parti protagoniste dell’edilizia: lavoratori, imprenditori, Stato… (continua a leggere sul sito ImpreseEdili).

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

COSTRUZIONI, I SINDACATI CHIEDONO INTERVENTI SU LAVORO, CONTRATTI E PENSIONI

 

Lavoro, contratti, pensioni: sono i tre pilastri sui quali poggia la “vertenza costruzioni” lanciata dai sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil. Oggi, con lo slogan “Uniti per il futuro”, i tre sindacati hanno riunito a Roma oltre 600 tra delegati e operatori del sindacato per chiedere il rilancio delle costruzioni, alle prese con una crisi senza precedenti costata 800mila posti di lavoro.

GUARDA IL SERVIZIO DI LABOR TV

“La ripresa nel settore è ancora debole”, ha detto il segretario generale Annamaria Furlan intervenuta ai lavori insieme ai numeri uno di Cgil, Camusso, e Uil Barbagallo. “Eppure tutti sanno – ha proseguito – che  il settore è un traino per il Paese, e se ripartono le piccole e medie opere allora riparte l’economia nazionale. Se riparte l’edilizia riparte tutto – ha aggiunto Furlan – perché c’è un vastissimo indotto che si mette in moto, e perché non è con l’attivismo delle leggi che si regola il mercato del lavoro e cresce l’occupazione. I posti di lavoro – ha dichiarato ancora il segretario generale della Cisl – si creano se ripartono la ripresa e lo sviluppo”.

20160405_104333A questo proposito le tre sigle di categoria hanno individuato 25 opere prioritarie per il Paese, da avviare o far ripartire attraverso singole vertenze su scala regionale. Tra queste anche opere ferroviarie come il Brennero, il Terzo Valico, la Milano-Brescia-Verona e la Napoli-Bari, stradali come la Salerno-Reggio Calabria e il Quadrilatero Marche-Umbria, ed opere metropolitane, come la Metro C di Roma, la Circumetnea e la Tranvia di Firenze. Ma le proposte dei sindacati sono tante e spaziano dal mercato del lavoro alla contrattazione, dalla pensione alla sicurezza sul lavoro: “Siamo impegnati quotidianamente per rafforzare la qualità del lavoro contrastando il falso lavoro autonomo ed escludendo i voucher nell’edilizia”, ha detto nel corso del suo intervento il segretario generale della Filca, Franco Turri. “Chiediamo inoltre di ripristinare il Durc nella sua originaria formulazione e di potenziare i controlli e le sanzioni in materia di sicurezza sul lavoro”.

LE RICHIESTE DEI SINDACATI SU LAVORO, CONTRATTI E PENSIONI

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | Lascia un commento

RIPRENDIAMO LE COMUNICAZIONI

download

A partire dal 1 MAGGIO riprenderemo le comunicazioni del blog della FILCA CISL Territorio OGLIASTRA, il Sindacato dei lavoratori EDILI, ogni giorno pubblicheremo le notizie del settore costruzioni.

Porteremo le notizie e gli avvisi ai lavoratori associati e ai lavoratori simpatizzanti.

Cercheremo di dare voce a una parte sempre più disagiata della popolazione dei lavoratori edili, consci del fatto che l’esclusione sociale si sta allargando, con tantissime persone in disoccupazione, in CIG e in mobilità.

Viviamo in un mondo lavorativo sempre più discriminato, in cui vi sono pochi fortunati che ancora svolgono la professione del Muratore, carpentiere, ferraiolo, autista,  ecc, percependo una equa retribuzione e un trattamento contrattuale giusto, mentre molti sono costretti a subire grosse ingiustizie, pur di portare a casa un minimo stipendio.

Ricominciamo, dopo un periodo di sospensione, anche in considerazione del fatto che nella nostra Provincia si sta riattivando un percorso di possibile apertura di nuovi Cantieri e per il Sindacato si tratta di una importante occasione di rilancio delle attività contrattuali e di sviluppo del lavoro nel nostro territorio.

Parleremo di guerra al lavoro nero, di dispositivi di controllo e sicurezza nei cantieri, di quelle pratiche di legalità che ci auguriamo, potranno diventare un giorno un pilastro fondante del mondo e delle comunità in cui viviamo.

Ma parleremo anche di chi lotta nei cantieri ogni giorno per difendere questi diritti e si organizza contro questo sistema illegale di lavoro, attraverso l’apporto della FILCA CISL e delle istituzioni competenti.

 

MAURIZIO PIRAS

Pubblicato in CATEGORIA NEWS | Lascia un commento

GIOVANNI MATTA E’ IL NUOVO SEGRETARIO GENERALE DELLA FILCA-CISL SARDEGNA

23-Matta-300x168

Giovanni MATTA Segretario Generale FILCA CISL Sardegna

Giovanni Matta è il nuovo segretario generale della Filca-Cisl Sardegna. Lo ha eletto il consiglio regionale della categoria, alla presenza del segretario generale della Filca-Cisl nazionale, Domenico Pesenti. Componenti della segreteria sono stati eletti Pietro Doro Marco Ambu. Matta sostituisce Renzo Corveddu, chiamato alla guida dell’ANOLF, l’associazione che si interessa dei problemi degli immigrati. Matta lascia la segreteria regionale confederale, ma continuerà a collaborare con l’organismo diretto da Oriana Putzolu curando in particolare il tema degli ammortizzatori sociali.

“I tempi sono maturi per chiudere l’estenuante discussione in corso sul piano paesaggistico, facendo chiarezza da subito su ciò che s’intende fare per governare il territorio, che, dopo anni d’incuria ci sta crollando addosso”, ha dichiarato Matta appena eletto. Decidere una volta per tutte  sul piano paesaggistico “favorirebbe – secondo l’ex segretario regionale confederale –  la ripresa di una quota consistente di edilizia privata, fattore moltiplicatore delle attività economica. Questa potrebbe essere la molla giusta per ridare fiato ai settori del comparto lapideo, dell’artigianato del ferro e così a seguire con tante altre attività”. La Filca Cisl propone, dunque, una nuova legge urbanistica, rilancio degli interventi per il recupero dei centri storici e una moderna strategia per rilanciare le aree interne della Sardegna. Un piano strategico, perciò, che guardi al futuro dell’isola partendo proprio dalle costruzione di un nuovo modello di sviluppo dove le costruzioni svolgono un ruolo di traino dell’economia.

Continua a leggere

Pubblicato in CATEGORIA DOCUMENTI, CATEGORIA NEWS | Contrassegnato , , , | Lascia un commento